www.bullismo.it
Il primo sito italiano sul bullismo
Guide Agili per Genitori
a cura di Oliviero Facchinetti - Psicologo psicoterapeuta
Traduzione dalle Parent Easy Guide
(Per gentile concessione)

Separarsi

Quando una famiglia si spezza solitamente tutti hanno delle difficoltà. E' come una morte che porta con sé sentimenti di dolore e perdita. Molte persone hanno bisogno di tempo per abituarsi ai cambiamenti e la reazione di ognuno a questa rottura può essere molto diversa. I genitori cercano di lottare con i loro sentimenti mentre prendono delle decisioni concrete e molto importanti che influenzeranno tutta la famiglia. Il miglior risultato per i figli può essere ottenuto suddividendosi le responsabilità e tutte le decisioni che influiranno sui figli. La maggior parte dei genitori può accordarsi e fare del suo meglio per assicurarsi che i figli non siano troppo scombussolati dalla separazione. Per il piccolo numero che non riesce a colloquiare c'è bisogno di un aiuto professionale.....per gli adulti e per i bambini.


Fronteggiare i propri sentimenti

Puoi provare un'ampia gradazione di sentimenti che sono proprio normali ma molto disorientanti e spesso spaventano. Se sei la persona che scelse di porre fine alla relazione ci possono essere sensazioni di sollievo e speranza. Se invece sei colui che si sentì impotente nella decisione, ci saranno sensazioni di offesa, rabbia e rifiuto. I tuoi sentimenti possono essere così forti che è facile lasciarsi sfuggire o non far fronte a ciò di cui i tuoi figli hanno bisogno proprio in questo momento. Talvolta i tuoi sentimenti sono così violenti che la rottura assomiglia ad una guerra...con la necessità di vincere, specialmente i tuoi figli. Quando sei così turbato cerca di evitare di:

  • Vedere i figli come una tua proprietà.. non lo sono.. sono persone.
  • Dire cose che non volevi dire e di cui potresti pentirti dopo.
  • Dire cose scortesi sull'altro genitore.
  • Far temere ai tuoi figli di poter non rivedere mai più l'altro genitore.
  • Permettere ai tuoi figli di venire "intrappolati" nelle discussioni degli adulti.

A cosa sta andando incontro tuo figlio?

Essere coscienti del tipo di sentimenti a cui tuo figlio andrà incontro può aiutarti a capire il suo comportamento. La maggior parte dei figli è confusa e timorosa di ciò che accadrà. Talvolta possono provare vergogna. Possono non dirti cosa li preoccupa perchè non vogliono vederti turbato o arrabbiato. Chi è responsabile di me?.... La casa verrà venduta? ...Cosa succede se mamma e papà non trovano un accordo su di noi? ....Posso decidere con chi abitare?.... Dovrò cambiare scuola? Cosa accadrà ai miei animali? Potrò vedere ancora i miei amici?... Ci saranno abbastanza soldi per continuare ciò che facevamo prima?... Cosa farò se l'altro genitore se ne andrà o si ammalerà?...Se verrò separato dai miei fratelli e sorelle, ci vedremo ancora?.. Posso avere potere su quando vedere mio padre se non vivo con lui?... Posso telefonare in qualunque momento all'altro genitore?... Come posso spiegare ai miei amici cosa sta accadendo? Tutti questi sentimenti sono normali e forti tanto quanto i tuoi. La sola differenza è che come adulto tu sei in grado di fare delle scelte e avere qualche controllo sulle decisioni. I tuoi figli d'altra parte si sentono estremamente vulnerabili e impotenti. Ed è ancora più spaventoso quando i figli ti sentono parlare di andare in tribunale.. ciò viene spesso ricollegato all'avere fatto qualcosa di sbagliato o aver infranto la legge.

Come i figli fronteggiano questa perdita

  • Qualche figlio comincia ad agire in modo infantile per la sua età. Questo fatto ti svela che tutto è troppo (segnare il tempo o muoversi all'indietro nello sviluppo li aiuta a diventare più forti per il prossimo passo).
  • Alcuni cercano di essere veramente bravi a scuola e a casa (è facile pensare che non stiano soffrendo).
  • Certi cercano di prendere le difese del genitore che viene represso. Alcuni cercano di occuparsi di quello che sembra il più debole.
  • Qualcuno mostra rabbia e ostilità... nel gioco, con i suoi giocattoli, con fratelli e sorelle, con i loro amici o con te.
  • Alcuni mostrano problemi di comportamento e vengono puniti, cosa che li fa sentire peggio.
  • Certi vanno bene a scuola, altri non riescono a concentrarsi e slittano indietro.

I figli non mostrano il loro dolore e la loro sofferenza tutti in una volta. Può sembrare che li abbiano superati e poi improvvisamente riappaiono.

Cosa possono fare i genitori

  • Far sapere loro che sono amati e saranno protetti.
  • Spiegare che non è colpa loro.
  • Dire loro cosa accadrà prima della separazione per riordinare le loro preoccupazioni sulle decisioni giornaliere come ottenere il permesso per andare al campeggio scolastico, o dal dentista.
  • A prescindere da quanto siano sconvolgenti le tue emozioni, impiega del tempo per scoprire come si sentono i tuoi figli (lasciali piangere, parlare, esprimere la loro rabbia).
  • Essere tolleranti nei confronti dei loro comportamenti- possono essere l'unica maniera in cui riescono a mostrare come si sentono (cerca aiuto se il comportamento è troppo scontroso).
  • Mantenere le cose più familiari possibili, es. stessa zona, scuola, società sportiva, amici, animali (se non è possibile fai in modo che gli effetti personali preziosi e familiari vengano con lui).
  • Dare loro la sensazione che tu hai il controllo, anche se tu non lo pensi (questo li aiuterà a sentirsi sicuri).
  • Farli parlare dei sentimenti o problemi con altre persone di cui si fidano, se trovano che sia troppo difficile farlo con te. Possono accorgersi che è più semplice riordinare i loro sentimenti senza ferirti.
  • Far sapere ai loro insegnanti ciò che sta accadendo.
  • Evitare di mettere tuo figlio sotto pressione perchè rifiuti l'altro genitore.
  • Non parlare dei dettagli intimi della relazione.
  • Cercare di non presentare nuovi partner ai tuoi figli mentre stanno ancora cercando di arrivare ad afferrare la rottura (questo può creare problemi maggiori ai figli che spesso si offendono se c'è una nuova persona nella tua vita).
  • Assicurarsi di avere un supporto per se stessi. Cercare qualcuno che capisca (questa è la chiave per superare questo periodo complicato).

Come parlare ai figli

  • Parla con loro quando sono assieme se è possibile....ciò eviterà confusioni.
  • Prendi in considerazione l'età e il livello di comprensione di ogni bambino.
  • Poi parla con loro separatamente....per essere sicuro che abbiano veramente capito e possano fare domande.
  • Fai sapere loro che verranno informati di qualsiasi decisione importante.
  • Dì loro che avranno bisogno di coraggio.
  • Convincili che non possono cambiare la tua decisione e che non possono rimettervi insieme.
  • Ricorda loro che sono stati una delle più grandi gioie della tua relazione (solo se è vero).

Promemoria

  • Le tue responsabilità verso i tuoi figli non finiscono quando la famiglia si rompe.
  • I figli sono fedeli a entrambi i genitori e hanno bisogno di sentirsi a proprio agio nel poter amare ancora tutti e due.
  • Ricorda che è difficile per i figli capire che i genitori hanno bisogno di separarsi, a prescindere da quanto sia infelice o violenta la relazione.
  • I figli spesso pensano che il loro comportamento abbia indotto i loro genitori a separarsi.
  • I figli sovente si sentono abbandonati dal genitore che se ne va, e arrabbiati e giudicanti nei confronti di quello addetto alle cure.
  • Metterai tuo figlio sotto pressione se cercherai di "svalutare" l'altro genitore.
  • Non far sentire ai tuoi figli che devono scegliere tra voi due.
  • Rendi semplice per i tuoi figli restare in contatto con i parenti.
  • Sii paziente e ricorda che occorre molto tempo perchè le ferite dei figli guariscano.
  • Fai in modo che ogni persona della famiglia abbia una persona speciale di supporto.
  • Cerca dei consigli legali se non riesci ad accordarti sui figli o sulle proprietà.

GAG  - Guida Agile per Genitori n. 13  

30.09.2000 - Traduzione a cura di : Stefania Trentin - psicologa- per conto di: O. Facchinetti  psicologo psicoterapeuta - Trento (Italy) - da documento originale scritto da:   Child and Youth  Health and Parenting SA   © Copyright  www.parenting.sa.gov.au - PEGS - Parenting Easy Guides   # 20   

© copyright
1996
Documenti e testi non possono essere duplicati o distribuiti se non previo consenso scritto da parte degli Autori. Nel rispetto dei diritti d’autore, il presente materiale è a solo scopo di consultazione personale ed è assolutamente vietato qualsiasi scopo di lucro. Non si assume alcun tipo di responsabilità per qualsiasi uso venga fatto del presente materiale.

OF0214b

Oliviero Facchinetti

Amministratore e Fondatore
psicologo psicoterapeuta
Trento +39 0461 924900
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Bulli! di O. Facchinetti

Una guida pratica per combattere le situazioni di bullismo. Frutto di una esperienza decennale di interventi con insegnanti, alunni, classi e genitori.

FacebookMySpaceTwitterLinkedinRSS Feed

logo110

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.bullismo.it