www.bullismo.it
Il primo sito italiano sul bullismo
Guide Agili per Genitori
a cura di Oliviero Facchinetti - Psicologo psicoterapeuta
Traduzione dalle Parent Easy Guide
(Per gentile concessione)

Genitore unico

La genitorialità in una famiglia monoparentale è diversa in molti modi da quella in una famiglia biparentale. Alcuni la scelgono, altri vi sono costretti. Ci sono tre vie per arrivare alla genitorialità monoparentale:

  • coloro che la scelgono dall'inizio
  • coloro che scelgono di darvi inizio lasciando una relazione due
  • coloro che vengono lasciati con i figli.

Ognuna di queste vie è differente e porta con sé conseguenze differenti con cui confrontarsi.

In che cosa sono differenti?

  • I genitori singoli coinvolgono i loro figli con maggior probabilità nella gestione giornaliera della famiglia. I figli possono avere più lavoretti e più responsabilità nella cura di loro stessi.
  • I genitori soli spesso discutono con i loro figli di cose che gli adulti di una famiglia biparentale condividono. Per esempio, parlano di cosa comperare, di dove andranno in ferie.
  • I figli spesso fanno lavoretti come cucinare e pulire, poiché non c'è nessun altro adulto che si assuma questo incarico.
  • Molti genitori e figli devono abituarsi al fatto che i figli vadano avanti e indietro fra le loro case.
  • I figli di famiglie monoparentali a cui viene dato molto diritto di parola in casa talvolta hanno difficoltà a scuola, perché si aspettano di essere trattati nella stessa maniera anche dagli insegnanti.

Su cosa devono riflettere i genitori?

  • I figli hanno bisogno di essere dei 'bambini' e non devono accollarsi la suddivisione dei pesi. Hanno bisogno di tempo per fare le cose che sono usuali nel mondo dei bambini, come stare con gli amici, praticare sport, fare i compiti o anche solo sognare.
  • I figli hanno bisogno di sapere che il genitore è l'adulto e ha la responsa-bilità di curarsi di loro.
  • Occorre che i figli sappiano che tu hai bisogno anche di amicizie adulte. Non è una buona idea fare affidamento soltanto sulla compagnia dei tuoi figli.
  • Per genitori che si sono appena separati i sentimenti possono essere molto forti. Questo è anche un momento molto difficile per i figli. Cerca il supporto di altri membri della famiglia e da amici piuttosto che parlare di ciò che ti angustia con i tuoi figli.
  • I figli spesso sono combattuti sull'amare entrambi i genitori che vivono lontani. Possono sentirsi sleali e confusi quando amano molto un genitore e si trovano a sentire degli attacchi nei suoi confronti. Spesso desiderano difendere l'altro genitore ma temono di finire nei guai.
  • Alcuni bambini possono comportarsi male maggiormente con il genitore che li tiene la maggior parte del tempo e si occupa principalmente dell'educazione e della routine giornaliera. E' spesso più facile per i figli comportarsi meglio quando passano poco tempo con un genitore facendo molte cose divertenti. Sotto sotto sanno che tu sei lì per loro in ogni momento.
  • Dai consigli e fai progetti per il futuro dei tuoi figli nel caso ti dovesse capitare qualcosa.

Disciplina

  • La disciplina in una famiglia monoparentale ha pro e contro. Spesso è più facile per una persona creare regole e portarle avanti. D'altra parte può essere impegnativo far rispettare la disciplina e avere il supporto di un altro adulto può rendere le cose più semplici.
  • Confrontati con altri genitori se sei insicuro su quali siano dei limiti ragionevoli. Stabilisci delle regole e chiarisci cosa accadrà se non saranno rispettate.
  • Attua effettivamente ciò che hai promesso che avresti fatto.

Leggi anche le Guide Agili per Genitori: "Disciplina con amore" e "Limiti che avvicinano".

Far visita all'altro genitore

  • Lascia che tuo figlio pianifichi e gioisca dei momenti con l'altro genitore, se puoi. Farà una grande differenza per tuo figlio vedere che sei contento di questo rapporto. I figli hanno bisogno di poter amare entrambi i genitori senza sentirsi colpevoli.
  • I figli che non hanno contatti con l'altro genitore hanno bisogno di capire che posto ha questa persona nella loro vita.
  • Risolvi le tue questioni con l'altro genitore in privato.
  • Rendi i cambiamenti più naturali e amichevoli possibile. Se non riesci a farlo, cerca di evitare i contatti con l'altro genitore, ad esempio vai a prendere i bambini in un posto neutrale o con un amico presente.
  • Dai tempo a tuo figli di 'riadattarsi alla casa' quando ritorna. Alcuni bambini necessitano di alcuni minuti, altri di ore, e alcuni di giorni. Qualcuno reagisce, qualcuno diventa silenzioso e triste. Alcuni hanno bisogno di tempo per abituarsi al ''cambiamento''. Possono sentirsi tristi per aver lasciato l'altro genitore e colpevoli per ciò che provano. Possono credersi sleali nei tuoi confronti. Possono essere scombussolati se la visita non è stata piacevole.
  • Parla allegramente di ciò che è successo a casa mentre loro erano via. Permetti a loro di parlare di ciò che hanno fatto. Non fare pressione con domande, poiché questo può renderli chiusi per proteggere l'altro genitore.

Se tuo figlio impiega giorni per acquietarsi e non sembra migliorare col tempo, puoi aver bisogno di un aiuto professionale.

Crescere in una famiglia monoparentale

Crescere in questo tipo di ambienti familiari può essere un'esperienza veramente positiva per i bambini, che spesso hanno un rapporto stretto e speciale con il genitore. Qualche volta però i figli invidiano i loro amici che vivono con due genitori. Può aiutarli sapere che tutte le famiglie hanno i loro alti e bassi.

  • I figli di famiglie monoparentali spesso sono molto maturi a causa delle responsabilità aggiuntive che hanno. Fa' in modo che loro sappiano che tu sei orgoglioso dei loro risultati.
  • Assicurati che abbiano molto tempo da passare con i loro amici.
  • Se sei molto unito ai tuoi figli, può essere difficile per loro lasciare la casa quando saranno pronti. Fai sapere loro che tu devi vivere la tua vita e che vuoi essere orgoglioso, e non dispiaciuto, se loro crescono e fanno le loro scelte.
  • Vai adagio con le nuove relazioni. Ciò può significare qualche sacrificio da parte tua. Se decidi di sposarti o risposarti o di avere un compagno puoi creare a volte delle difficoltà ai tuoi figli. Loro possono mostrartelo col comportamento e i sentimenti, a prescindere da che età hanno. Parla direttamente con loro, ascolta come si sentono e dì loro che sono ancora importanti per te.

Leggi inoltre le Guide Agili per Genitori:  Separarsi - Essere padre - Famiglie a gradino.


Promemoria

  • Vivere in una famiglia monoparentale può costituire un'esperienza veramente positiva per i figli.
  • Aiuta i tuoi figli a sentirsi orgogliosi del loro stile di vita in modo che non reputino che sia inferiore ad una famiglia biparentale.
  • I figli hanno bisogno di sapere da dove vengono e chi sono i loro genitori.
  • I figli devono poter amare entrambi i genitori senza sentirsi colpevoli.
  • Fa' in modo che tuo figlio sappia che sei contento che passi del tempo con l'altro genitore (a condizione che tu non sia preoccupato per la sua incolumità).
  • Quando giunge il momento, dai loro la tua approvazione per andarsene…non attaccarti a loro per avere compagnia.

GAG  - Guida Agile per Genitori n. 14  

30.09.2000 - Traduzione a cura di : Stefania Trentin - psicologa- per conto di: O. Facchinetti  psicologo psicoterapeuta - Trento (Italy) - da documento originale scritto da:   Child and Youth  Health and Parenting SA   © Copyright  www.parenting.sa.gov.au - PEGS - Parenting Easy Guides   # 5   

© copyright
1996
Documenti e testi non possono essere duplicati o distribuiti se non previo consenso scritto da parte degli Autori. Nel rispetto dei diritti d’autore, il presente materiale è a solo scopo di consultazione personale ed è assolutamente vietato qualsiasi scopo di lucro. Non si assume alcun tipo di responsabilità per qualsiasi uso venga fatto del presente materiale.

OF0214b

Oliviero Facchinetti

Amministratore e Fondatore
psicologo psicoterapeuta
Trento +39 0461 924900
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Bulli! di O. Facchinetti

Una guida pratica per combattere le situazioni di bullismo. Frutto di una esperienza decennale di interventi con insegnanti, alunni, classi e genitori.

FacebookMySpaceTwitterLinkedinRSS Feed

logo110

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.bullismo.it