www.bullismo.it
Il primo sito italiano sul bullismo
Guide Agili per Genitori
a cura di Oliviero Facchinetti - Psicologo psicoterapeuta
Traduzione dalle Parent Easy Guide
(Per gentile concessione)

Il comportamento sessuale dei bambini

Imparare la sessualità è importante nella crescita di un bambino tanto quanto lo è imparare qualsiasi altro aspetto della vita. I bambini devono avere un atteggiamento positivo verso le parti sessuali del loro corpo così come positivo è l’atteggiamento che hanno verso le braccia o le gambe. Devono capire che è una cosa bella essere maschio o femmina. Se i genitori parlano con i figli del loro corpo e dei sentimenti e dei comportamenti che riguardano il sesso, i bambini imparano che parlare di sesso con i genitori è una cosa bella. Far capire ai propri figli che possono rivolgersi a loro e parlare liberamente è uno dei modi migliori che i genitori hanno per aiutarli a costruire la loro scala di valori.


Che cosa influenza il comportamento sessuale dei bambini

I genitori

Ciò che voi pensate riguardo alla sessualità dei bambini ha una grande influenza sul vostro modo di affrontare il comportamento sessuale dei vostri figli. Ciò che hanno fatto e detto i vostri genitori, il  vostro credo religioso, il bagaglio culturale e le vostre opinioni sono tutti elementi che avranno una forte influenza sul modo di gestire il comportamento sessuale di vostro figlio. Potrete aiutare vostro figlio a sentirsi sano e normale, oppure a vergognarsi e sentirsi colpevole a seconda del modo in cui reagirete e risponderete alle sue domande.

Televisione, radio e giornali

I bambini sono influenzati da ciò che vedono, sentono e leggono. Hanno occasione di vedere una gran quantità di sesso presentato in un modo o nell’altro dalla televisione, i video, i giornali, i manifesti pubblicitari. Attraverso ciò che leggono, vedono e sentono imparano che cosa significa essere uomo o donna e come si comportano uomini e donne. A volte assistono ad immagini di violenza sessuale o di attività sessuali che, a causa della loro età, non sono ancora in grado di capire e questo li può turbare.

Il comportamento degli adulti

I bambini imparano dai genitori – i loro primi insegnanti. Vedono come si comportano e come si trattano e se amano e rispettano il loro partner. A volte i bambini possono vedere i loro genitori o altri adulti criticare o deridere persone dell’altro sesso, e alcune volte i bambini stessi vengono presi in giro dagli adulti. Questo tipo di comportamento può portare i bambini a sentirsi scontenti di essere maschio o femmina. Può insegnare loro ad aver paura delle persone dell’altro sesso o a considerarli inferiori.

Asili e scuole

Molte scuole e asili insegnano ai bambini a conoscere il loro corpo, ad usare i nomi esatti per ogni parte del corpo, e danno indicazioni su come chiedere aiuto nel caso non si sentissero al sicuro o dovessero essere toccati da qualcuno in un modo che li può turbare.

Lo sviluppo sessuale dei bambini

I bambini provano delle sensazioni sessuali fin dalla nascita. I maschietti possono avere erezioni e sia maschi che femmine possono avere una sensazione piacevole toccando le parti sessuali del loro corpo.

In età prescolare

  • I bambini solitamente esplorano i loro genitali (le parti sessuali del loro corpo) solo verso la fine del primo anno di vita poiché sono più difficili da vedere di altre parti come le mani o i  piedi.
  • Spesso si toccano i genitali perché provano piacere o perché ciò li consola quando sono arrabbiati o agitati.
  • Verso il compimento del primo anno quando sono senza pannolino giocano con i genitali (e se ne hanno la possibilità, anche con la popò). Tutto ciò fa parte della loro curiosità.
  • Sotto i tre anni di età non capiscono che tutte le parti del loro corpo sono permanenti, perciò un bambino piccolo può essere preoccupato di perdere il suo pene se vede che una bambina non ce l’ha , allo stesso modo una bambina può essere preoccupata perchè non ha il pene.
  • I bambini in età prescolare di solito non si vergognano del loro corpo e amano stare nudi.
  • Ai bambini di questa età piace spesso guardare sia il loro che il corpo di altri bambini. Possono fare il gioco del dottore e dell’infermiera che consiste sia nel guardare che nel toccare.
  • Spesso sono interessati al corpo dei loro genitori e a volte possono desiderare di toccarli mentre fanno la doccia.
  • Desiderano sapere da dove vengono i bambini e come vengono fuori dal corpo della mamma. Vogliono anche sapere come loro sono nati.
  • Verso i tre anni di età sono in grado di capire a quale sesso appartengono e verso i sei-sette anni si rendono conto che questa è una cosa che in linea di massima non cambierà più.
  • Intorno ai quattro anni sono molto attratti dalle parole che riguardano la toilette e sono curiosi di sapere che cosa si fa in bagno (specialmente nel bagno degli altri). Si divertono molto con le barzellette e, se ne conoscono, con le parolacce che riguardano il bagno.

Nei primi anni di scuola

  • Di solito i bambini sanno che guardare il corpo di altri e masturbarsi sono cose che si fanno in privato.
  • Possono ancora essere interessati a giocare e a guardare perché sono curiosi, e questo accade specialmente intorno ai bagni dei maschi e delle femmine.
  • I bambini sentono parlare di rapporti sessuali e ne parlano tra loro, usando spesso delle parole che hanno udito dai loro amici.
  • Sono ancora curiosi riguardo alla gravidanza e alla nascita.
  • I bambini iniziano a preferire amici delle stesso sesso.
  • Nei primi anni di scuola è probabile che provino imbarazzo verso la nudità e dimostrino di avere vergogna sia con i genitori che con gli altri.
  • Iniziano a parlare e a raccontare barzellette sul sesso con gli amici.
  • Giocare al sesso può includere il baciarsi, corteggiarsi e fingere di sposarsi.

La masturbazione

  • Nella prima infanzia toccarsi i genitali può avvenire:
    • Per scoprire il proprio corpo
    • Perché è piacevole
    • Perché il bambino ha bisogno di andare in bagno
    • Perché prova una sensazione di consolazione quando è preoccupato
  • Verso i primi anni di scuola i bambini hanno imparato che la masturbazione è una cosa che si fa in privato. (Se un bambino lo fa in pubblico è probabile che sia perché c’è qualcosa che non va nella sua vita o perché è stato molestato).
  • Quando un bambino raggiunge l’età prescolare è probabile che vogliate parlare con lui della masturbazione. Ditegli che la masturbazione fa sentire piacere, ma è una cosa che si deve fare in privato e non quando si è con altre persone.
  • Se i bambini si masturbano molto è probabile che ci sia qualcosa che li preoccupa. E’ importante cercare di scoprire che cos’è. I bambini molto piccoli non sono in grado di dirlo, perciò dovrete pensare alle possibili cause, per es. l’arrivo di un fratellino, il ritorno al lavoro della mamma, e cercare quindi di scoprire come aiutarli a stare meglio.
  • Se un bambino si masturba per consolarsi, dirgli di non farlo potrà causargli ancora più tensione. Provate a dirgli: “Vedo che sei un po’ nervoso, lascia che ti abbracci.”

Carezze e abbracci

  • Il contatto fisico – abbracci, carezze e coccole – con entrambi i genitori, è molto importante affinché i bambini si sentano amati e imparino a manifestare amore e affetto.
  • Alcuni padri e patrigni hanno delle difficoltà ad abbracciare e coccolare troppo i figli per paura di essere accusati di molestie sessuali. C’è differenza tra carezze affettuose e carezze di interesse sessuale ed è responsabilità dell’adulto non oltrepassare questa linea.
  • Le carezze ad un bambino devono essere una dimostrazione di amore e non devono essere fatte dagli adulti per riceverne piacere.

Che cosa possono fare i genitori

Fin dalla tenera età i bambini sono spesso curiosi di sapere da dove vengono. Potete fornire loro spiegazioni semplici e sincere e spesso questo è tutto ciò che vogliono sapere, almeno per un po’. Spiegate che sono stati generati da uno spermatozoo del loro papà e da un ovulo della loro mamma e che questi due elementi sono cresciuti  in un cantuccio particolare nel corpo della loro mamma fino al momento in cui sono nati per essere quella persona speciale che oggi sono. 

A mano a mano che crescono si potranno dar loro più informazioni, che lo spermatozoo proviene dal pene del papà e l’ovulo dalle ovaie della mamma. A volte, poiché la mamma e il papà si amano molto, si baciano e si abbracciano, i loro corpi si avvicinano e papà mette il suo pene nella vagina della mamma. Non tutti gli spermatozoi incontrano un ovulo per trasformarsi in un bambino, solo quelli veramente speciali come quello che ha permesso di far nascere … (indicate il nome del vostro bambino). Può accadere che i bambini vogliano ascoltare questa spiegazione più e più volte. Per aiutare vostro figlio a capire come è nato può essere molto utile utilizzare dei libri che contengono delle illustrazioni che il bambino può seguire mentre voi gli fornite la spiegazione.

  • Rispondete con sincerità e con naturalezza alle domande dei bambini in modo che capiscano che possono parlare con voi di sesso e porvi delle domande quando hanno bisogno di sapere qualcosa.
  • Anche se usate dei soprannomi come “pisello” al posto di pene, i bambini devono conoscere il nome esatto di ogni parte del loro corpo prima di iniziare la scuola.
  • Mostrate ai bambini foto o illustrazioni del corpo umano e parlate di come funziona ogni parte di esso.
  • Se avete difficoltà a trovare le parole per parlare di sesso con vostro figlio, cercate di iniziare quando è molto piccolo così sarete meno imbarazzati. I bambini solitamente sono molto pratici e possono recepire con facilità le informazioni semplici e veritiere.
  • Dimostrate loro che stimate le persone di entrambi i sessi.

La maggior parte dei genitori desidera che i loro figli abbiano un atteggiamento sano nei confronti del sesso. Il modo in cui vi comporterete e reagirete di fronte a qualsiasi discorso sul sesso influenzerà l’atteggiamento e le opinioni dei vostri figli sia verso questo argomento che verso loro stessi.

Giochi sessuali

L’infanzia è il momento della conoscenza e dell’esplorazione. Durante l’infanzia i bambini esplorano il loro corpo, e quindi anche le parti sessuali. Essi imparano guardandosi l’un l’altro, toccandosi e facendo giochi che hanno a che fare col sesso, ad es. “dottore e infermiera”. L’interesse dei bambini per il sesso e per i giochi sessuali non occupa tutto il tempo che hanno a disposizione per giocare ma è solo una delle tante cose che vogliono conoscere e sperimentare. Il gioco sessuale per il bambini non ha lo stesso significato che ha per gli adulti. Per i bambini si tratta di essere curiosi del proprio corpo e delle differenze tra i sessi. Se i bambini giocando si guardano il corpo a vicenda, solitamente lo fanno solo tra amici.

I genitori non devono preoccuparsi per i giochi sessuali se i bambini lo fanno con amici della loro stessa età e corporatura, a patto che non siano forzati a fare cose che non vogliono fare e che non facciano cose che i bambini della loro età non possono conoscere. A volte è utile stare nei paraggi mentre fanno questi giochi in modo da poterli tenere sott’occhio ed essere sicuri che nessuno dei bambini sia in difficoltà.

Se vedete i bambini fare giochi sessuali

Di solito i bambini si divertono a fare questi giochi esattamente come si divertono a fare altri giochi. Spesso quando i bambini si accorgono di essere stati visti fare questi giochi si vergognano, specialmente se si rendono conto che i loro genitori non approvano e sono imbarazzati. Se chiederete loro di smetterla e di fare un altro gioco, di solito lo faranno, quanto meno in presenza di adulti.

Molte delle cose che i bambini trovano imbarazzanti o che temono, sono causate dal modo che hanno i genitori di reagire.

  • Se vedete vostro figlio fare dei giochi sessuali e non sapete come reagire, fate un respiro profondo e pensateci bene.
  • In questo modo non farete qualcosa che lo possa spaventare o turbare.
  • Pensate al messaggio che volete trasmettergli e a quale reazione potrebbe provocare.
  • Tale messaggio sarà importante per il bambino e per lo sviluppo della sua conoscenza del sesso e della sessualità.
  • Sia il messaggio che il modo in cui lo trasmetterete, dipenderà dall’età e dalla maturità del bambino. Potrete dirgli che è giusto essere curiosi anche verso gli altri, ma i bambini devono imparare che le parti sessuali del proprio corpo e di quello degli altri sono private. Potrete dire qualcosa del tipo: “vedo che state facendo un gioco con il vostro corpo. Ci sono molti modi per imparare a conoscere il corpo, uno di questi è guardare il corpo di qualcun altro, un altro è guardare dei libri, se volete ve ne faccio vedere alcuni.”

Quando serve un aiuto?

Determinati comportamenti nei bambini potrebbero indicare che qualcuno li ha molestati. Se ciò accade, i bambini hanno bisogno che i loro genitori e gli adulti che hanno vicino li proteggano e li mettano al sicuro.

Parlate con un dottore o un assistente sociale se vedete che vostro figlio:

  • Dimostra di sapere, riguardo al sesso, molto più di quanto vi aspettereste da un bambino della sua età.
  • Presenta arrossamenti, ematomi o dolore nella zona dei genitali.
  • Cerca di obbligare qualcuno a fare giochi sessuali.
  • Vuole fare giochi sessuali con bambini più piccoli.
  • Parla di sesso o fa giochi sessuali per tanto tempo, molto più degli altri bambini.
  • Si masturba così sovente da interferire con il gioco, o in pubblico anche oltre l’età dell’asilo.
  • Disegna sempre parti sessuali del corpo.
  • Dimostra paura o si innervosisce se qualcuno parla del suo corpo o di sesso.
  • E’ particolarmente agitato quando sa di dover incontrare una persona senza che ve ne sia apparentemente una ragione.

Segnali di stress, quali un ritorno a fare la pipì a letto o a bagnarsi i pantaloni oppure la tendenza a farsi del male, possono indicare un abuso sessuale, ma potrebbero anche essere causati da altri problemi. Sono comunque segnali di stress che indicano che vostro figlio ha bisogno di aiuto.

  • Se avete dei dubbi e siete preoccupati per il comportamento sessuale di vostro figlio rivolgetevi ai Consultori famigliari, ai Servizi di psicologia dell’età evolutiva o di Neuropsichiatria infantile, presenti a livello territoriale (solitamente sono servizi delle A.S.L.) (nota della redazione).
  • Cercate di non porre troppe domande a vostro figlio poiché questo angoscerebbe il bambino e potrebbe rendere più difficile per i medici o gli assistenti sociali capire ciò che è realmente accaduto.

Se vostro figlio ha subito molestie sessuali

  • Alcune figure professionali (chiunque eserciti una pubblica funzione, quali ad es. insegnanti, psicologi, ecc. – n.d.r.) hanno il dovere di segnalare eventuali sospetti di abusi sessuali sui bambini. Ciò potrebbe significare che, in qualità di genitori, vi venga richiesto di parlare con le autorità. Sarebbe certamente una prova difficile sia per voi che per vostro figlio in un momento delicato in cui dovete gestire una grande varietà di emozioni.
  • Se vostro figlio ha subito molestie sessuali vi sentirete sicuramente arrabbiati e sconvolti. Avrete bisogno quindi di parlarne con un amico che vi possa comprendere e probabilmente con una figura professionalmente preparata che vi possa aiutare in modo che voi possiate, a vostra volta, aiutare vostro figlio
  • Vedere che siete sconvolti potrebbe far sentire vostro figlio ancora peggio riguardo a ciò che è accaduto. Cercate di mettere in primo piano vostro figlio e ciò di cui ha bisogno.
  • I bambini che hanno subito molestie sessuali possono fare confusione tra carezze affettuose e carezze di tipo sessuale e possono temere di essere ancora molestati. E’ importante che i genitori continuino a fare carezze che il bambino possa comprendere e che lo facciano sentire al sicuro.

E’ estremamente importante che i bambini comprendano:

  • Che un bambino non dovrebbe mai essere molestato
  • Che, indipendentemente da qualsiasi cosa venga loro detto, ciò che è accaduto non è mai colpa del bambino.

Promemoria

  • Parlare di sesso con i vostri figli non li renderà più interessati al sesso ma renderà loro più facile rivolgersi a voi quando avranno delle domande da porvi.
  • Parlare di tutte le parti del corpo con i vostri figli sarà più facile se inizierete quando sono ancora molto piccoli
  • I bambini devono sapere che le parti sessuali del loro corpo sono una cosa bella
  • Devono conoscere i nomi esatti delle parti sessuali del loro corpo
  • I bambini devono sentirsi bene con loro stessi, maschi o femmine che siano
  • Fate ai vostri figli molte carezze, molti abbracci, coccolateli molto
  • Le vostre convinzioni, i vostri sentimenti, le cose che i bambini vi sentono dire e vi vedono fare  hanno una forte influenza sulla vita sessuale dei vostri figli.
  • I bambini hanno bisogno più di ogni altra cosa di sentirsi amati e desiderati.

GAG  - Guida Agile per Genitori n. 23  

12.11.2005 - Traduzione a cura di: Daniela Bosio  -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  (togliere le "xxx") per conto di: O. Facchinetti  psicologo psicoterapeuta - Trento (Italy) - da documento originale scritto da:   Child and Youth  Health and Parenting SA   © Copyright  www.parenting.sa.gov.au - PEGS - Parenting Easy Guides   # 54   

© copyright
1996
Documenti e testi non possono essere duplicati o distribuiti se non previo consenso scritto da parte degli Autori. Nel rispetto dei diritti d’autore, il presente materiale è a solo scopo di consultazione personale ed è assolutamente vietato qualsiasi scopo di lucro. Non si assume alcun tipo di responsabilità per qualsiasi uso venga fatto del presente materiale.

OF0214b

Oliviero Facchinetti

Amministratore e Fondatore
psicologo psicoterapeuta
Trento +39 0461 924900
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Bulli! di O. Facchinetti

Una guida pratica per combattere le situazioni di bullismo. Frutto di una esperienza decennale di interventi con insegnanti, alunni, classi e genitori.

FacebookMySpaceTwitterLinkedinRSS Feed

logo110

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.bullismo.it