www.bullismo.it
Il primo sito italiano sul bullismo
Guide Agili per Genitori
a cura di Oliviero Facchinetti - Psicologo psicoterapeuta
Traduzione dalle Parent Easy Guide
(Per gentile concessione)

Mi leggi una storia?

Le storie possono aiutare i bambini a superare molte difficoltà che incontrano nella loro vita. Il tempo trascorso con vostro figlio a leggere delle storie rappresenta per lui un’esperienza dolce e intima e il ricordo di quei momenti lo accompagnerà per tutta la vita. Sia che le inventiate voi, sia che le leggiate dai libri, le storie sono comunque un bel modo per trasmettere a vostro figlio l’amore per la lettura. I libri, e i personaggi che in essi incontrerà, potranno diventare suoi amici. Avrà inoltre modo di imparare che nei libri si possono scoprire molte cose importanti e utili. Molti di noi ricordano con piacere le storie che hanno letto e amato durante l’infanzia.


Perché è importante leggere con i bambini?

  • Leggere è una cosa che piace a molti di noi e che tutti dovremmo poter fare. Ogni volta che usciamo ci capita di leggere insegne, segnali stradali – per non parlare di giornali, libri, libretti di istruzioni per elettrodomestici o apparecchi vari!
  • Mostrando ai nostri figli che leggiamo molto, a cominciare da lettere, biglietti, libri di ricette e giornali, trasmettiamo loro un messaggio positivo riguardo alla lettura.
  • Il linguaggio è il mezzo con cui comunichiamo con gli altri. Ci permette di capire noi stessi e di dare un senso al mondo in cui viviamo. La lettura è uno strumento molto importante per imparare a comunicare e a conoscere il mondo.
  • I bambini che amano leggere diventeranno molto probabilmente dei bravi studenti.
  • La lettura può diventare per il bambino uno dei passatempi preferiti che spesso lo accompagnerà per tutta la vita.
  • Il tempo passato a leggere insieme una storia può essere un momento davvero speciale sia per i genitori che per i bambini. Vivere questo momento come una parentesi allegra e rilassante non solo insegna al bambino che leggere è una cosa piacevole, ma può altresì aiutare ad instaurare un buon rapporto con il proprio figlio.
  • Le storie possono aiutare i bambini ad affrontare i problemi e le paure che incontrano nella vita di tutti i giorni.

Nota: Se non vi piace leggere e avete difficoltà a farlo, dovete comunque insegnare a vostro figlio che leggere è importante. Potete tenere dei libri in giro per la casa e potete dire a vostro figlio che vorreste aver avuto la possibilità di imparare ad amare la lettura.

Quanto possono aiutare i libri e le fiabe

  • I libri aiutano a sviluppare la capacità di parlare e di pensare.
  • I bambini più piccoli possono imparare a conoscere il mondo attraverso i libri illustrati.
  • Mostrare immagini anche semplici e insegnare il nome delle cose rappresentate può aiutare un bambino anche molto piccolo ad imparare ad usare il nome corretto per ogni cosa.
  • I bambini possono imparare molto dai libri: imparano a riconoscere le forme, i colori, le dimensioni; imparano a conoscere le cose che li circondano e soprattutto imparano a conoscere le persone e il loro modo di vivere.
  • Da una fiaba imparano anche a conoscere i numeri e ad avere una percezione dello spazio. Per esempio dalla fiaba “I tre porcellini” imparano che nella storia ci sono tre porcellini, un papà, una mamma, e un figlio; poi imparano anche a distinguere tra grande e piccolo, tra dentro e fuori. E tutto questo avviene senza nessun insegnamento ma semplicemente mentre si divertono a leggere.
  • Le storie inoltre aiutano i bambini a sviluppare l’immaginazione.

Le storie possono aiutare i bambini a gestire i loro sentimenti

  • Quando leggete o raccontate una storia in cui si parla di sentimenti il bambino si abitua ad accettare i suoi sentimenti e a capire quelli degli altri. Impara a capire che non è solo e che altri bambini possono avere i suoi stessi sentimenti e le sue stesse sensazioni. Lo aiuta a capire che quello che lui prova è normale.
  • Dal modo in cui reagisce ai sentimenti descritti nella storia potrete inoltre imparare a capire quello che prova vostro figlio. Per esempio se dimostra di apprezzare in modo particolare un libro forse è perché questo ha un significato speciale per lui e lo aiuta ad affrontare i suoi sentimenti.
  • Leggendo un libro a vostro figlio gli potete dimostrare che capite quello che prova. Per esempio se state leggendo una storia che parla di un altro bambino (o di un animale) che ha paura del buio, lui imparerà che voi capite che è normale aver paura del buio quando si è molto piccoli.
  • I libri possono aiutare ad affrontare le proprie paure. Un libro che parla di qualche cosa di cui vostro figlio ha paura può insegnargli ad affrontare questa paura. Ascoltare e leggere più volte la storia può aiutare il bambino a vincere la sua paura. Questo è il genere di libri che probabilmente dovrete essere disposti a leggere più e più volte se vostro figlio ve lo chiederà.

I libri aiutano ad acquisire sicurezza

  • Conoscere la propria collocazione nel mondo aiuta a costruire e a sviluppare la propria autostima e le proprie sicurezze. Le storie che riguardano la famiglia e che vengono raccontate dai genitori e dai nonni aiutano un bambino a sviluppare il suo senso di appartenenza (per esempio “Quando mamma era piccola”). Questo è ancora più importante se provenite da un luogo diverso da quello in cui vivete ora o da una famiglia separata.
  • L’abitudine di leggere una storia al momento della nanna può aiutare vostro figlio ad aspettare con piacere il momento di andare a letto, di stare insieme, rilassarsi, e quindi essere pronto per dormire.
  • I libri possono aiutare vostro figlio ad evadere per un attimo dagli stress e le pressioni cui è sottoposto perché le storie catturano la sua immaginazione e la trasportano in un mondo fantastico.
  • Ancora più importante: vostro figlio trarrà giovamento dal fatto di passare del tempo con voi.
  • Leggere e raccontare storie a vostro figlio può darvi l’opportunità di passare un po’ di tempo con lui e questo gli insegnerà ad amare i libri ma gli farà anche capire che voi avete piacere di stare con lui. Molti bambini ricorderanno con piacere questi momenti per tutta la vita.

Consigli per chi vuole raccontare una storia

  • Sia leggendo una favola da un libro, sia inventando una storia voi aiuterete i vostri figli in vari modi. Meglio ancora se riuscirete a fare entrambe le cose. Ci sono persone che non amano raccontare storie inventate da loro, altre cui non piace leggere. Fate ciò che ritenete più soddisfacente per voi e vostro figlio.
  • Potete procurarvi dei libri illustrati che non contengano parole, in modo da poter inventare per vostro figlio una storia prendendo spunto dalle immagini.
  • Lasciate che vostro figlio vi guidi attraverso la storia (sia che la inventiate, sia che la leggiate) in modo che lui diventi protagonista attivo – leggete più e più volte i passaggi che dimostra di amare in modo particolare, fermatevi quando ve lo chiede e saltate i pezzi che non gli piacciono.
  • Lasciatevi guidare da vostro figlio riguardo a ciò che più gli piace ma cercate di offrirgli una vasta gamma di libri e di storie in modo da dargli una scelta su cui spaziare.
  • Sovente le biblioteche comunali offrono liste di libri adatti alle varie età. Le biblioteche delle scuole, e a volte anche delle scuole materne, hanno una vasta offerta di libri. Se non siete mai stati in una biblioteca la prima volta potrà sembrarvi strano o imbarazzante. Se potete cercate di andarci in orario di lavoro in modo che non ci sia molta gente e il bibliotecario possa darvi una mano a consultare le offerte dei libri per bambini. In genere i bibliotecari sono felici di poter mostrare ciò che la libreria può offrire e sanno indicarvi che cosa può piacere ad un bambino.
  • Prendete in prestito più di un libro ogni volta che andate. Se a vostro figlio ne piace uno in particolare e vuole che lo rileggiate più volte, potrete in seguito comprarlo per averlo sempre a disposizione.
  • Prendete l’abitudine di curiosare nelle librerie o nel reparto libri dei supermercati. Spesso in mezzo alle offerte e le edizioni economiche si trovano dei libri molto belli.
  • Ciò che conta è imparare ad amare la lettura. E per insegnare al proprio figlio il piacere di acquistare un libro che sia tutto suo si può iniziare dai libri economici dei supermercati.
  • Portate  vostro figlio ad assistere a qualche rappresentazione teatrale per bambini, dove possa vedere messe in scena le storie che magari ha già letto o che avete intenzione di leggergli. Sarà in ogni caso un momento di divertimento.
  • Regalate ai vostri figli dei libri in occasione del compleanno, dell’onomastico, a Natale o semplicemente per fargli un piacere. I libri rappresentano dei doni importanti.

Quando non sanno ancora parlare

  • I bambini molto piccoli amano il calore della vostra compagnia, e il suono e il ritmo della vostra voce, molto prima che imparino a capire e a pronunciare qualche parola.
  • Potete insegnare ai vostri figli ad amare i libri fin da molto piccoli mostrando loro delle immagini molto colorate e chiamando per nome gli oggetti rappresentati oppure cantando loro delle filastrocche in qualche modo legate a quelle figure. Ai bambini piace molto la vostra compagnia e impareranno a capire le parole che state dicendo molto prima di essere in grado di pronunciarle essi stessi. I migliori libri per i bambini così piccoli sono quelli con le pagine di cartone impermeabilizzato che non si rompono e che possono essere lavati.

Verso i due o tre anni

  • Prendete l’abitudine di leggere o raccontare una storia al momento di andare a nanna.
  • Le storie dovranno essere semplici e brevi poiché i bambini a questa età hanno una capacità di attenzione piuttosto limitata.
  • A due o tre anni i bambini amano libri pieni di figure colorate, filastrocche semplici e storie che parlano di cose che conoscono bene.
  • Spesso i bambini molto piccoli vogliono sentir rileggere la stessa storia parecchie volte e questo è molto importante per loro, per la loro crescita e per il loro apprendimento.
  • A due anni i bambini possono già incominciare a correggervi se vi capita di saltare una parola o possono anticiparne qualche altra in storie che amano particolarmente e che ormai conoscono a memoria.

Nell’età della scuola materna

  • Lasciate che a questa età scelgano i libri o le storie che vogliono.
  • Potete divertirvi a mettere in scena insieme a vostro figlio le storie che leggete.
  • Potete incoraggiarli a disegnare alcuni momenti delle storie che leggete insieme.
  • Chiedete a vostro figlio di raccontarvi una storia e ascoltatelo attentamente. Dimostratevi interessati.
  • Le storie non devono ancora essere troppo lunghe – scegliete libri che potete iniziare e finire in una volta sola.
  • Portate vostro figlio in biblioteca e lasciate che sia lui a scegliere alcuni libri tra quelli adatti alla sua età. Probabilmente non gli piaceranno tutti quelli che sceglierà ma di sicuro questo gli insegnerà a usufruire di una biblioteca. Chiedete al bibliotecario se potete anche noleggiare dei video.
  • Lasciare che sia lui a scegliere i libri da prendere in prestito (o le storie che dovrete leggergli) lo aiuterà a capire che ha una parte attiva nella lettura. Incomincerà a guardare ai libri come ad un qualche cosa che può scegliere da solo.

Quando inizia la scuola

  • Fate in modo che il momento della lettura non diventi una lezione – deve piuttosto essere un’occasione per rilassarsi, divertirsi e stare insieme.
  • Non aspettatevi risultati immediati quando vostro figlio impara a leggere da solo. Ci vorrà del tempo prima che impari a leggere così bene da apprezzare veramente la storia che sta leggendo. Avrà bisogno che voi continuiate a leggergli delle storie ancora per molto tempo dopo che avrà imparato a leggere da solo – c’è qualche cosa di speciale nel farsi leggere una storia, e questo vale ad ogni età.
  • Consentite a vostro figlio di scegliere i libri che vuole leggere, anche se non condividete la sua scelta.
  • Aiutatelo a trovare libri che parlano di cose che gli interessano particolarmente, per esempio se ama i cani o le automobili o i dinosauri, cercate dei libri che trattano questi argomenti.
  • I bambini che iniziano a leggere hanno bisogno di storie con parole semplici affinché possano divertirsi e non abbiano grosse difficoltà. Potrebbero scoraggiarsi nel leggere un libro troppo difficile.
  • Ogni bambino è diverso. Un bambino potrebbe non avere gli stessi gusti o la stessa capacità di lettura di un coetaneo o di un fratello o sorella alla sua stessa età.
  • Non preoccupatevi se vostro figlio crescendo continua a leggere i fumetti – l’importante è che legga. Non appena prenderà confidenza con la lettura è probabile che decida di rivolgersi verso altri generi.
  • Spesso ai bambini, e per la verità anche agli adulti, piace di tanto in tanto rileggere i libri che più hanno amato, anche quando sono in grado di leggere storie molto più difficili. Questo può accadere ad esempio quando non stanno bene o sono infelici, perché il fatto di rileggere una storia che amano e che conoscono bene può aiutarli a ritrovare un senso di sicurezza e di benessere.

Che libri scegliere

Ecco alcuni suggerimenti che vi potranno aiutare nella scelta dei libri per vostro figlio:

Cercate:

  • libri in cui a volte i ruoli tradizionali si invertono - in alcuni sarà il principe a salvare la principessa, in altri sarà la principessa a salvare il principe.
  • libri che non diano per scontato che alcune categorie si comportano per forza in un determinato modo, per esempio che l’uomo non deve sempre essere in cortile a lavare l’auto, la donna non sta tutto il giorno in cucina e chi esercita il potere non è necessariamente “cattivo”.
  • libri con un finale che sia coerente con la vicenda narrata. I bambini spesso preferiscono il finale che si erano aspettati durante la lettura della storia e potrebbero essere delusi da un finale a sorpresa.
  • libri che contengano un po’ di comicità, qualche scioglilingua, descrizione di scherzi o di persone che si cacciano nei guai – ai bambini piace sentir raccontare storie di marachelle o di piccoli guai.
  • filastrocche e parole “importanti” – verso l’età della scuola materna i bambini si divertono con le parole, apprezzano quindi storie che contengono parole strane e divertenti con cui giocare.
  • racconti di situazioni cui essi aspirano o di cose che desiderano, per esempio bambini che iniziano la scuola o che festeggiano un compleanno.
  • storie che trattino argomenti che loro conoscono bene, ad esempio storie di bambini della loro stessa età.
  • libri che parlino di felicità ma anche di sentimenti quali tristezza e rabbia, ad esempio un libro che abbia come argomento un trasloco potrebbe descrivere il senso di insicurezza e di paura del bambino ma anche il suo entusiasmo e il suo desiderio di vivere una nuova avventura.
  • libri per bambini con un lieto fine.
  • fiabe e racconti popolari – sono sopravvissuti nel tempo proprio perchè sono importanti per i bambini. Di solito non fanno troppa paura proprio perché parlano di “tanto, tanto tempo fa” e di “un posto lontano”. Spesso affrontano problemi importanti, come la necessità di cambiare casa, di allontanarsi o di essere allontanati dalla famiglia, superare la morte di persone care, provare paure o insicurezze. Dopo un passaggio che può fare paura o turbare, fermatevi un attimo e lasciate che vostro figlio ne parli con voi. Non leggete la storia se lui vi fa capire che non gli piace. Lasciate che sia lui a guidarvi indicandovi le storie che vuole.

I bambini che sono in grado di leggere da soli leggeranno di più se lascerete che siano loro a scegliere quello che desiderano, anche se non si tratta di “buona letteratura”. Potrete sempre essere voi a fornire loro questo tipo di lettura continuando a leggere loro delle storie anche quando cresceranno.

Che cosa possono fare i genitori

  • Cercate di trovare il tempo di leggere qualche cosa a vostro figlio ogni giorno, anche solo per pochi minuti.
  • Se avete più di un figlio potete leggere o raccontare storie che piacciono a tutti e due, potrebbero essere storie che riguardano la famiglia o la vostra infanzia.
  • Preparate per ciascuno dei vostri figli un libro che racconti la loro vita. In esso potete descrivere i luoghi in cui sono stati, i successi ottenuti e le varie tappe della loro vita. Includete ad esempio fotografie di occasioni speciali, un ciuffo di capelli della prima volta che li ha tagliati, riportate la prima parola che ha imparato a pronunciare, un ricordo del primo giorno di scuola.
  • Parlate con vostro figlio di ciò che leggete in modo che possa capire che per voi  leggere è importante.
  • Andate in biblioteca se vengono organizzati incontri di lettura e di racconti di storie.
  • Cercate dei giochi e delle bambole che ricordino i personaggi che vostro figlio ha incontrato nei suoi libri preferiti. Questo lo aiuterà a ricordarli e a provare a mettere in scena la storia sentita.
  • Quando vostro figlio legge delle parole sulle insegne o sulle etichette delle bottiglie dimostrategli che ne siete orgogliosi.

Promemoria

  • I libri possono essere gli amici dei bambini e possono essere una piacevole compagnia che li accompagna per tutta la vita.
  • Le storie possono aiutare i bambini ad affrontare le difficoltà e le paure.
  • Leggere e raccontare storie ai bambini può rappresentare una meravigliosa opportunità di contribuire alla loro formazione.
  • Fate in modo che leggere rappresenti un momento piacevole nella vita di vostro figlio, e se vi è possibile fate in modo che questo avvenga ogni giorno.
  • Dimostrate a vostro figlio che vi piace leggere e che per voi è importante. Tenete libri in giro per casa.
  • Se non vi piace leggere inventate delle storie per vostro figlio, raccontando di quando eravate piccoli o aiutandovi con libri illustrati.
  • Chiedete ai nonni di raccontare storie di quando erano piccoli.
  • Il momento della lettura rafforza il rapporto tra voi e vostro figlio e non deve mai essere usato come una punizione.
  • Le storie raccontate o lette da un libro possono diventare parte di un momento davvero speciale tra voi e vostro figlio, momento che lui ricorderà per tutta la vita.
  • L’amore per la lettura è uno dei regali più belli e più duraturi che possiate fare a vostro figlio.

GAG  - Guida Agile per Genitori n. 29  

02.05.2006 - Traduzione a cura di: Daniela Bosio  -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  (togliere le "xxx") per conto di: O. Facchinetti  psicologo psicoterapeuta - Trento (Italy) - da documento originale scritto da:   Child and Youth  Health and Parenting SA   © Copyright  www.parenting.sa.gov.au - PEGS - Parenting Easy Guides   # 57   

© copyright
1996
Documenti e testi non possono essere duplicati o distribuiti se non previo consenso scritto da parte degli Autori. Nel rispetto dei diritti d’autore, il presente materiale è a solo scopo di consultazione personale ed è assolutamente vietato qualsiasi scopo di lucro. Non si assume alcun tipo di responsabilità per qualsiasi uso venga fatto del presente materiale.

OF0214b

Oliviero Facchinetti

Amministratore e Fondatore
psicologo psicoterapeuta
Trento +39 0461 924900
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Bulli! di O. Facchinetti

Una guida pratica per combattere le situazioni di bullismo. Frutto di una esperienza decennale di interventi con insegnanti, alunni, classi e genitori.

FacebookMySpaceTwitterLinkedinRSS Feed

logo110

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.bullismo.it