Genitorialita'

Guide Agili per Genitori, Figli e separazione

www.bullismo.it

Il primo sito italiano sul bullismo
Traduzione dalle Parent Easy Guide
(Per gentile concessione)

Guide Agili per Genitori

a cura di Oliviero Facchinetti - Psicologo psicoterapeuta

Figli e separazione

La separazione e il divorzio indicano la fine del matrimonio, dell'unione di due adulti, ma non la fine della relazione tra figli e genitori. I figli hanno bisogno dell'amore continuo e del supporto di entrambi i genitori. Ciò significa che i genitori devono essere capaci di collaborare tra di loro sui progetti per i loro figli. Ciò implica fare il salto dall'essere compagni nel matrimonio all'essere compagni nella genitorialità (un po' più che soci d'affari). Molti genitori non si destreggiano bene e alcuni determinano più sofferenza nei figli che sono già addolorati per la separazione.


Il modo in cui i genitori si occupano della separazione e del divorzio ha un enorme effetto sul modo in cui i figli affronteranno le loro vite.

 Il processo di separazione

La separazione implica lo stesso processo a cui vai incontro quando muore una persona amata: è il processo dell'afflizione. Questo processo è doloroso e per alcuni genitori può essere necessario molto tempo, anche anni, per venirne fuori. Benché le persone lo sentano in maniera diversa, molti attraversano:

  • shock e diniego - le cose sono molto disorientanti, ed è difficile credere (o forse non vuoi credere) che la separazione stia realmente avvenendo
  • tristezza - forte senso di perdita, a volte rammarico, a volte senso di colpa
  • rabbia e biasimo - a volte accusiamo noi stessi, il nostro partner o qualcun altro (che abbiano avuto qualcosa a che fare con la situazione o meno)
  • determinazione o andare avanti - accettare la situazione, adattarsi alla vita e proseguire così!

Come reagiscono i figli

I figli attraversano lo stesso processo di afflizione. Comunque, poiché probabilmente non capiscono veramente perché sta accadendo tutto ciò, spesso si sentono:

  • scioccati
  • arrabbiati e tristi per la perdita di una famiglia unita
  • abbandonati o respinti dal genitore che se ne va
  • timorosi che se un genitore se ne è andato potrebbe andarsene anche l'altro
  • confusi sul fatto che sia giusto amare il genitore che non vive più con loro
  • colpevoli, perchè pensano che la separazione debba essere in qualche modo responsabilità loro
  • arrabbiati con il genitore che non vive con loro.

I figli spesso non conoscono il modo per esprimersi chiaramente, perciò mostrano il loro dolore in maniere diverse. Di conseguenza possono:

  • divenire aggressivi o capricciosi
  • ritirarsi
  • diventare 'aderenti'
  • agire in maniera infantile per la loro età (ad esempio, i bambini che si erano abituati alla pulizia possono ricominciare a bagnarsi o sporcarsi)
  • avere incubi, o avere difficoltà ad andare a dormire
  • cambiare le loro abitudini alimentari.

Come si possono sentire i genitori

Come genitore tu ti puoi sentire:

  • esausto o pieno di risentimento per le responsabilità giornaliere nel fare il genitore da solo
  • confuso per il comportamento dei tuoi figli
  • arrabbiato, se credi che l'altro genitore sia inaffidabile o disonesto
  • solo, se i tuoi figli non stanno con te
  • timoroso che i tuoi figli non vogliano stare con te e preferiscano l'altro genitore
  • preoccupato nell'affrontare il procedimento legale
  • bene perché hai fatto progetti per dividersi le responsabilità e prendersi cura delle necessità dei figli
  • contento di poterti divertire con tuo figlio
  • felice di avere più tempo libero.

Cosa dice la legge

Gli ''Atti di Legge della Famiglia'' non parlano di 'diritti dei genitori', ma di responsabilità dei genitori e diritti dei figli.

  • Entrambi i genitori hanno la responsabilità della continuazione delle cure, del benessere e dello sviluppo dei bambini. Le decisioni importanti sulla salute, la scuola, la religione e le decisioni legali (es. fare un passaporto al figlio, cambiargli il nome) devono essere prese da entrambi i genitori.
  • I figli hanno il diritto di conoscere ed essere curati da entrambi i genitori.
  • I figli hanno il diritto ad un contatto regolare con entrambi i genitori (e altre persone particolari, inclusi altri membri della famiglia).
  • Nel prendere decisioni per i figli, la più importante considerazione da tenere presente è fare gli interessi del bambino (non quelli del genitore).
  • I genitori dovrebbero tenere in considerazione il punto di vista dei figli.
  • I figli hanno bisogno di protezione da qualunque danno, incluso l'assistere a violenze.
  • Le decisioni sui figli dovrebbero essere basate sulle condizioni particolari di ogni figlio.

Di cosa hanno bisogno i figli

Tutti i figli devono sentirsi amati da entrambi i genitori. I genitori devono pensare prima ai bisogni dei figli e poi ai loro. I figli hanno bisogno di sapere che i genitori sono ancora pronti a badare a loro e ad essere coinvolti nelle loro vite.

Da 0 a 2 anni

I figli:

  • dipendono molto da chi si prende cura di loro
  • saranno quasi certamente molto dipendenti fisicamente ed emozionalmente dal genitore che maggiormente si è occupato delle cure giornaliere; la separazione da questa persona per un lungo periodo può essere estremamente traumatico per il bambino
  • hanno un concetto del tempo molto differente dagli adulti; alcune ore possono sembrare un'eternità; anche il mondo della notte può essere diverso (e pauroso) per loro
  • possono essere molto sensibili ai conflitti tra i genitori
  • fremono per il genitore assente, specialmente se è quello a cui si sentono più attaccati
  • hanno bisogno di periodi brevi ma frequenti di contatto. Una visita di una notte è spesso troppo stressante. Quando il genitore vicino non era in precedenza veramente unito al figlio, potrebbe essere utile che l'altro genitore fosse presente, almeno all'inizio. Se ciò è troppo difficile, può aiutare ad alleviare la situazione qualcuno con cui il bambino si senta a suo agio.

Da 3 a 5 anni

I figli:

  • sono un po' meno dipendenti dai loro genitori
  • in genere hanno una comprensione elementare di ciò che comporta una separazione; può sembrare come una grande crisi
  • hanno più senso del tempo dei bambini più piccoli, ma un breve periodo di tempo sembra già molto più lungo che per gli adulti
  • spesso fremono per il genitore assente - cose come foto o telefonate possono essere degli utili ricordi
  • possono sopportare di stare lontani dal genitore addetto alle cure di notte, se vengono preparati bene; il conflitto tra i genitori può rendere i bambini meno propensi ad affrontare il contatto di una notte
  • sono sensibili al fatto che un genitore critichi l'altro, tendendo a percepire ciò come critica verso di loro
  • spesso inventano ciò che non capiscono. Possono parlare di ciò che sperano come se fosse vero, cosicché tu non puoi sempre prendere per vero tutto ciò che dicono . . . mentre non dicono bugie, possono però dire la loro verità piuttosto che la tua.

Da 6 a 8 anni

I bambini:

  • sono molto più abili a parlare dei loro sentimenti
  • spesso fantasticano di avere nuovamente i genitori uniti
  • possono cercare di badare ai loro genitori, sia quello con cui vivono sia quello che vanno a trovare, che spesso viene considerato tutto solo
  • possono cercare di prendersi la responsabilità per gli accordi quando i genitori non riescono a concordare
  • possono incolparsi della separazione
  • spesso esprimono i loro sentimenti con problemi di comportamento, di studio a scuola e sintomi fisici come mal di testa e dolori
  • sono a proprio agio nei contatti di una notte, con ferie di una settimana o più, e periodi più lunghi tra le visite (es. fine settimana alternati)
  • trovano che le visite di una notte durante la settimana scolastica siano spesso disturbanti. Può sembrare loro di non sapere dove sono e cosa stanno facendo.

Da 9 a 11 anni

I bambini:

  • in genere possono parlare dei loro sentimenti e sono in grado di capire in parte le esperienze e i sentimenti degli altri
  • sono spesso molto consapevoli di sentirsi nel mezzo
  • talvolta si adoperano per riunire i genitori
  • possono schierarsi, diventando il 'soldato' di un genitore, specialmente quando il conflitto tra i genitori è forte
  • possono sopportare che i contatti siano meno frequenti e per periodi più lunghi, e riescono a viaggiare a lungo per far visita a un genitore o altri congiunti
  • hanno bisogno di conservare le loro attività, sport, altri gruppi e amicizie, perciò i progetti di visita devono tenere in considerazione i desideri del bambino e le sue attività
  • può mantenere contatti significativi per posta o telefono.

Da 12 a 16 anni

L'adolescenza implica maggiore indipendenza dai genitori e generalmente è un periodo difficile, perciò una separazione può essere un peso aggiuntivo.

Gli adolescenti:

  • hanno bisogno di tempo e spazio per lavorare sui loro sentimenti relativi alla separazione dei genitori
  • sviluppano un loro senso di ciò che è giusto o sbagliato; possono essere critici nei confronti del comportamento di un genitore o di entrambi
  • possono reagire alla separazione diventando ribelli
  • possono facilmente mettere un genitore contro l'altro per sfuggire dal loro controllo (es. spostarsi da una casa all'altra)
  • possono reagire con rabbia e rifiuto se vengono oppressi dai genitori
  • spesso si prendono molta responsabilità per un genitore, per fratelli e sorelle, o per i carichi domestici
  • hanno bisogno di flessibilità per fare in modo che gli accordi di visita seguano i desideri del ragazzo. Nel predisporli i genitori dovrebbero parlare col figlio e prendere in considerazione i suoi desideri e le sue attività.

L'effetto di un continuo disaccordo

Il conflitto nelle famiglie è normale. E' ciò che ci permette di imparare ad affrontare le controversie nel mondo esterno. A seconda di ciò che capita nella tua famiglia, si può imparare ad affrontare bene i conflitti. D'altra parte possiamo imparare modi negativi di utilizzare il conflitto o apprendere a evitarlo completamente. I bambini sono molto sensibili allo scontro tra i genitori, e possono essere influenzati pesantemente da un conflitto che continui dopo la separazione. Le ricerche mostrano molto chiaramente che il conflitto tra i genitori è il fattore più critico che influisce sull'adattamento dei figli dopo la separazione. I Figli che si sentono la 'carne nel sandwich' sono quelli che ottengono le maggiori conseguenze dal conflitto.

Se il conflitto tra i genitori continua, i figli possono essere angosciati ogni volta che vanno da un genitore all'altro. Possono sentirsi spinti a prendere posizione. Possono avere problemi scolastici in aumento, e, addirittura, il loro sviluppo potrebbe essere gravemente danneggiato.

I figli che assistono ad un forte scontro o violenza tra i genitori rischiano di sviluppare dei problemi emotivi a lungo termine. L'effetto sui figli di vedere o sentire che un genitore viene offeso è analogo a quello di un'offesa verso di lui.

Prendere le decisioni

I genitori in genere conoscono i loro figli meglio di chiunque altro, e spesso sono nella migliore posizione per prendere decisioni su di loro. Comunque, fa parte dell'essere un genitore prendere decisioni importanti per il proprio figlio, in genere per il fatto che lui non è sempre in grado di capire o valutare tutti gli aspetti di un problema.

A volte i genitori credono che i figli debbano farsi una loro idea di dove vogliono vivere e quando e quanto spesso vedere ogni genitore. I desideri e i pensieri dei figli devono sempre essere ascoltati, ma dover decidere cose così importanti come con chi vivere può creare un peso sui bambini prima che siano abbastanza maturi o esperti per affrontarlo. Più è maturo un figlio, più peso si può dare ai suoi desideri.
Prendere decisioni forza i figli a scegliere tra i loro genitori. In genere ciò li fa sentire colpevoli del genitore con cui non hanno scelto di vivere. Alcuni figli scelgono di vivere con il genitore per il quale si sentono più dispiaciuti, non necessariamente quello con cui si sentono più a loro agio. Comunque, i figli generalmente desiderano aver diritto di parola nelle grandi decisioni che influiscono sulle loro vite.
I figli che dicono di voler essere coloro che prendono le decisioni, quando ci pensano, realizzano che le scelte turberanno almeno un genitore.
Spesso i figli che cercano di essere coloro che decidono lo fanno perché hanno paura che non lo voglia fare nessuno.

Cosa possono fare i genitori

Se un genitore non può rassegnarsi alla separazione, è probabile che anche i figli abbiano molti problemi ad accettare la situazione.

  • Lascia che tuo figlio sappia che tu sei triste o turbato dalla separazione. E' anche importante rassicurare i figli che stai bene e che le cose miglioreranno.
  • Cerca di evitare di criticare l'altro genitore con i tuoi figli - ciò li fa sentire obbligati a schierarsi. Se non riesci ad essere positivo, sii almeno neutro in ciò che dici. Tieni le tue critiche per parlare con un amico comprensivo.
  • Permetti ai tuoi figli di amarvi entrambi. Rendi chiaro per i bambini che loro non devono scegliere tra i due genitori.
  • Ricorda che i figli in genere cercano di accontentare i genitori. Uno dei modi in cui lo fanno è dicendoti ciò che pensano tu voglia sentire. 'Voglio stare con te' può significare in realtà 'Voglio stare con te, ma anche con l'altro genitore'.
  • Comprendi che i figli normalmente non respingono un genitore a meno che non pensino di non avere altra scelta. A volte, se il conflitto tra i genitori diviene insopportabile i figli possono rifiutare un genitore (in genere quello con cui non vivono) allo scopo di sopravvivere emozionalmente. Quando un figlio ha una relazione scarsa o brutta con un genitore, possono anche rifiutarlo.
  • Mostra che capisci i loro sentimenti nei confronti tuoi e dell'altro genitore.
  • Cerca di allontanare i tuoi figli dalle vostre dispute. Non chiedere mai a loro di fare da messaggeri. Non è mai una buona mossa 'spremere' i figli per avere informazioni sull'altro genitore.
  • Sii cortese e calmo nel 'cedere'. Il tuo comportamento nelle provocazioni insegna a tuo figlio come comportarsi nei conflitti.
  • Rassicurali che tu starai bene quando loro saranno via, e che sarai lì quando ritorneranno.
  • Ricorda che puoi avere una relazione molto buona con i figli quando non vivi con loro - infatti puoi diventare ancora più speciale per i tuoi figli perché il tempo che passano con te è prezioso.
  • Sii preparato al fatto che i figli ritornino irritati dalle visite all'altro genitore, specialmente se la separazione è ancora recente. Ciò può non significare che hanno avuto un brutto incontro - ma può essere che la visita ricordi loro che i loro genitori non stanno più assieme.
  • Stai attento ai differenti stili genitoriali. Le regole nelle due case possono non essere le stesse. I figli possono adattarsi a ciò. Comunque, è importante che i genitori non si insidino a vicenda e così confondano e disturbino i figli.
  • Introduci un nuovo partner gradualmente. Questo di solito è un momento difficile per tutti. I genitori spesso vogliono che i loro figli approvino il nuovo compagno. Ciò può fare pressioni sui figli. Non ti aspettare che loro accettino il tuo nuovo partner se stanno ancora soffrendo per la perdita dell'altro genitore e della famiglia unita.
  • Pensa e parla di come entrambi i genitori possono essere presenti ad eventi speciali, sport, ecc. Ciò è estremamente difficile quando c'è ostilità tra i genitori. A volte si vorrebbe mettere i sentimenti dei figli sotto ai propri.
  • Predisponi un 'piano genitoriale' su dove i tuoi figli dovranno vivere, sulla scuola, le ferie, la religione e la salute. (Perché ciò sia legalmente vincolante, devi registrare tali decisioni presso un giudice. Una volta registrate non potrai cambiarle senza il permesso del Tribunale.)

Promemoria

  • Pensa prima alle necessità dei tuoi figli, piuttosto che alle tue.
  • Separa l'essere sposati dall'essere genitori . . . potrà essere difficile.
  • La migliore cosa che puoi dare ai tuoi figli sono due genitori che li amano e si occupano di loro.
  • Mantenere il contatto con i nonni e altri parenti aiuta i figli a sentirsi sicuri.
  • Ascolta e tieni conto dei desideri dei tuoi figli ma non dare a loro la responsabilità della decisione finale su cose importanti, ad esempio su dove vivere.
  • Lavorare assieme nell'interesse dei figli è uno dei migliori regali che puoi fare loro dopo la separazione.
  • Gli accordi sui figli dovranno essere cambiati di momento in momento seguendo la loro crescita e il loro sviluppo - non fissarli definitivamente.
  • Il modo in cui tu affronti la separazione ha un enorme impatto sul modo in cui i tuoi figli fronteggiano le loro vite.

Leggi le Guide Agili per Genitori

    "Separarsi" e "Dopo la rottura (stabilire la residenza e le visite dei figli) "

GAG  - Guida Agile per Genitori n. 15  

30.09.2000 - Traduzione a cura di : Stefania Trentin - psicologa- per conto di: O. Facchinetti  psicologo psicoterapeuta - Trento (Italy) - da documento originale scritto da:   Child and Youth  Health and Parenting SA   © Copyright  www.parenting.sa.gov.au - PEGS - Parenting Easy Guides   # 64   

© copyright
1996
Documenti e testi non possono essere duplicati o distribuiti se non previo consenso scritto da parte degli Autori. Nel rispetto dei diritti d’autore, il presente materiale è a solo scopo di consultazione personale ed è assolutamente vietato qualsiasi scopo di lucro. Non si assume alcun tipo di responsabilità per qualsiasi uso venga fatto del presente materiale.

Share/Save/Bookmark

odflab ico1

logo ats ico

logodec ico

lascotta ico

ephedra

psb