E' attivo il sito italiano del Progetto Daphne Unione Europea
"Costruire la pace insieme: programma di prevenzione basato sulla comunità per fermare la violenza tra i pari"
Partner italiano:

Il Progetto Daphne è un programma di prevenzione contro la violenza tra pari.

Si tratta di un progetto finanziato negli anni 2007 e 2008 dalla Comunità Europea che ha coinvolto bambini, adolescenti, famiglie, insegnanti ed educatori nella progettazione e attuazione di un programma basato sulla comunità per prevenire il bullismo scolastico tra i bambini e i giovani. Il progetto è stato svolto in diversi paesi della Comunità Europea, tra i quali: Italia, Spagna, Finlandia e Polonia.
Gli obiettivi del progetto sono stati quelli di ottenere:

  • un metodo di lavoro che fornisca una migliore comprensione del fenomeno del bullismo e favorisca la tolleranza zero verso di esso;
  • indicazioni per i mezzi di informazione su come contribuire ad una migliore comprensione della violenza tra i pari e promuovere la tolleranza zero verso di essa; un clima di tolleranza zero nei confronti del bullismo nella scuola che si estenda a tutti i contesti in cui i bambini e gli adolescenti socializzano.

 

Partner italiano del progetto Daphne: 

Il Laboratorio di Osservazione e Diagnostica Funzionale (ODFLab) dell'Università di Trento svolge ricerca in campo psicodiagnostico e riabilitativo occupandosi di disturbi dei processi cognitivi e dell'apprendimento, terapie sulla coppia caregiver- bambino, interventi per il supporto alla genitorialità.
L'ODFLab, diretto dalla Prof.ssa Paola Venuti, professore Ordinalio di Psicologia Dinamica e Psicopatologia Clinica dello Sviluppo, lavora in stretta collaorazione con altri Istituti di Ricerca a livello nazionale (IRCSS Stella Maris, Pisa) ed internazionale (NICHD - NIH, USA; Università della Florida, Georgia State University, USA) e con l'Unità di NPI dell'APSS di Trento.

Contatto: Gianluca Esposito

Gianluca Esposito è uno psicologo che svolge attività di Ricerca presso il Laboratorio di Osservazione e Diagnostica Funzionale del Dipartimento di Scienze della Cognizione e della Formazione dell'Università di Trento. Le sue principali competenze l'ambito della psicologia evolutiva, clinica dello sviluppo. Il focus specifico della sua attività di ricerca è l'individuazione di indicatori di rischio per l'insorgenza di disturbi dello sviluppo infantile.