PSICOLOGIA CLINICA

Attivita' di psicodiagnosi e consulenza psicologica con adulti, coppie, giovani, adolescenti e bambini.

Leggi tutto

PSICOTERAPIA

Attivita' di psicoterapia con adulti, coppie, giovani, adolescenti e bambini.

Leggi tutto

FORMAZIONE

Formazione e supervisione per insegnanti, educatori, psicologi ed operatori socio sanitari.

Leggi tutto

BULLISMO

Interventi rivolti a singoli, gruppi e classi per la riduzione del bullismo nell'infanzia e nell'adolescenza. Supporto e formazione a genitori, insegnanti ed educatori.

Leggi tutto

Incontro a TERZOLAS (TN) il 27 aprile : Una serata da Bulli
Toggle Bar
Psicologo psicoterapeuta

Psicologo psicoterapeuta

Libero professionista dal 1993, svolge attività di: psicologia clinica e psicoterapia con adulti, giovani, adolescenti e bambini - psicologia della salute e del benessere - formazione.    Dal 1997 dirige il portale www.bullismo.it

Contatto

Nei vari ambiti di intervento gli educatori professionali (scuola, centri aggregativi, strutture diurne, centri residenziali, attività di "educativa di strada", ecc.) si trovano spesso ad affrontare situazioni di prepotenza o a seguire con progetti di recupero bambini o ragazzi coinvolti nel bullismo.

In molti casi - in particolare in presenza di progetti individulizzati - l'educatore è la figura adulta più vicina

al mondo del ragazzo e, nell'essere figura di supporto affettivo, si trova spesso a dover mediare tra le esigenze del ragazzo/a o del gruppo di ragazzi e quelle più in generale della società. Si trova in qualche modo a fare da "cuscinetto" e dover gestire bisogni spesso contrastanti, nel tentativo di recuperare significato e senso ai comportamenti dei ragazzi di cui si sta prendendo cura, in qualche modo ne diventa un "alleato" necessario.

 

Nella gestione delle molte sottili sfumature di questo particolare rapporto di supporto, protezione e complicità, si gioca gran parte dell'efficacia dei percorsi educativi, siano essi a valenza preventiva (su fasce a rischio) o a valenza riabilitativa (con soggetti già coinvolti in comportamenti di una certa gravità).

Un così delicato compito necessita spesso di una formazione continua, che permetta di avere momenti e spazi per poter "prendere le distanze", per comprendere ciò che affettivamente sta avvenendo nella relazione educativa e integrare in un più ampio quadro d'insieme i diversi significati e ricadute che i comportamenti agiti dai ragazzi rivestono per l'ambiente in cui vivono, sia nel rapporto con altri adulti che con i coetanei.

Per informazioni o richieste: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

odflab ico1

logo ats ico

ephedra

psb

il ponte