Emozioni e Benessere

Dott. Oliviero FACCHINETTI        -        Psicologo psicoterapeuta

Le emozioni rappresentano una risposta dell'organismo agli stimoli ambientali, sono un segno importante dell'integrazione tra mente e corpo e rivestono un ruolo centrale nella qualità della vita: la loro repressione, dovuta a fattori di diversa origine, spesso causa disagi e malattie, mentre la loro adeguata espressione favorisce il benessere e la crescita della persona.

Il termine EMOZIONE deriva dal latino "ex-moveo", che significa 'muovere-fuori, uscire, sgorgare': l'etimologia della parola richiama quindi un movimento che da 'dentro' va verso 'fuori'. Possiamo distinguere alcune emozioni di base, quali piacere, dispiacere, rabbia, paura, gioia, tenerezza, che si evolvono in affetti, sentimenti più complessi, sfumano l'una nell'altra e a volte si intrecciano formando quasi dei grovigli inestricabili. L'emozione nasce nella relazione, nel rapporto con l'esterno o con le nostre immagini, ed è la componente principale della nostra reazione agli stimoli ambientali, siano essi provenienti da oggetti, animali, persone o altro.

 

Leggi tutto...

Andare-verso: dal desiderio all'aggressività

 Dott. Oliviero FACCHINETTI        -        Psicologo psicoterapeuta 

L'aggressività naturale e la rabbia (reazione alla frustrazione) sono emozioni spesso fraintese, inibite e represse nel bambino e nell'adulto; ciò favorisce la loro trasformazione in rancore o violenza.

I termini AGGRESSIVITÀ, RABBIA e VIOLENZA vengono spesso usati come sinonimi, per descrivere comportamenti di sopraffazione, giudicati negativamente e condannati; questa semplificazione di significati è dovuta anche al fatto che frequentemente la persona non distingue chiaramente questi affetti dentro di sé, ma li vive come un'unica manifestazione emotiva. In certe condizioni infatti l'aggressività può trasformarsi in rabbia e la rabbia in violenza e quando nella persona queste trasformazioni diventano automatismi inconsapevoli anche i sentimenti si confondono e perdono il loro significato profondo ed originario.

Leggi tutto...

Stress e ansia

L.  Rispoli  -  Psicologo psicoterapeuta
  1. Introduzione
  2. L'ansia
  3. Lo Stress
  4. Gli effetti della terapia funzionale
  5. I fattori generali di regolazione
  6. L'importanza della respirazione

Introduzione

Studi sempre più numerosi tendono a verificare i collegamenti tra il campo emozionale (e psichico, in senso generale) con i livelli profondi del biologico. Si studiano, ad esempio, le interazioni tra depressione e cancro; tra shock emotivo e malattie degenerative; tra stress e indebolimenti del sistema immunitario; tra ansia e malattie cardiocircolatorie; e così via. Tutte queste ricerche sembrano aver comprovato che esistono connessioni indubitabili tra differenti livelli di funzionamento dell'uomo, o, come diciamo in psicologia funzionale, tra differenti aree del Sé. Molto spesso però i piani studiati sono troppo lontani tra loro, cosicché si perdono le possibilità di trovare il senso più profondo delle interconnessioni e delle leggi che le regolano.

Leggi tutto...

Alla ricerca della propria vitalità

Dott. Oliviero FACCHINETTI 

Psicologo psicoterapeuta, è stato didatta S.I.F. (Società Italiana Psicoterapia Funzionale Corporea) - Trento
Relazione al Convegno "NATUROPATIA IN GRAVIDANZA" - Trento, 23/10/1999

Il titolo assegnatomi per il mio contributo a questo convegno sulla gravidanza suggerisce che esiste una vitalità primigenia che si esplica in modo diverso in ogni persona e che al tempo stesso non è sempre disponibile e utilizzabile, ma la si deve cercare, come se la si fosse smarrita. Come psicoterapeuta concordo pienamente con questa formulazione, in quanto la vitalità di una persona facilmente si riduce o si contrae nelle vicissitudini della crescita.
La parola "vitalità" può avere significati con diverse sfumature; spesso comunque è associata al bambino piccolo, come esempio di energia espansiva, di forza vitale e propositiva. "Vitalità" fa pensare a "movimento", in quanto è vivo e vitale ciò che si muove. Come psicoterapeuta ritengo però che non tutti i movimenti siano segno di una sana vitalità: distinguerei infatti i movimenti vitali dai movimenti

Leggi tutto...

M i viene spesso chiesto se ritengo che proibire l'uso dei cellulari a scuola possa risolvere il problema del bullismo elettronico.

Concordo con quanti pensano che il cellulare in classe debba essere spento, per poter meglio seguire le lezioni e curare le relazioni "faccia - faccia" con compagni e insegnanti (almeno fino a quando il cellulare non diventerà strumento diffuso di navigazione in internet e quindi potenziale ausilio didattico).

I dati di molte recenti ricerche fanno pensare che la sola proibizione dell'uso del cellulare sia una soluzione insufficiente per la riduzione delle forme di bullismo elettronico, che sembra essere agito maggiormente al di fuori degli edifici scolastici, anche se quando avviene al loro interno fa più notizia. ....

Leggi tutto...

E' in vigore dal 2 gennaio 2008 il regolamento di modifica dello statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria (Gazzetta Ufficiale n. 293 del 18-12-2007).

Nell'art. 3 si fa esplicito riferimento al "Patto educativo di corresponsabilita', finalizzato a definire in maniera dettagliata e condivisa diritti e doveri nel rapporto tra istituzione scolastica autonoma, studenti e famiglie".

Impegnamoci tutti affinchè diventi un'occasione per affrontare costruttivamente uno dei problemi chiave nella gestione del bullismo in ambito scolastico: il rimpallo delle responsabilità tra scuola e famiglia.

Una efficace prevenzione delle prepotenze può essere realizzata solamente se genitori e insegnanti abbandonano la dimensione della colpa e l'atteggiamento di accusa reciproca, per collaborare in modo costruttivo assumendosi ognuno le proprie responsabilità.

Chi vuole discutere del libro "Bulli!" può farlo visitando il mio nuovo BLOG all'indirizzo olivierofacchinetti.com

 

Nel blog è possibile anche commentare le mie conferenze (vedi calendario appuntamenti).

Per i ragazzi delle scuole in cui tengo lezioni e percorsi sul bullismo: possiamo proseguire il dialogo anche attraverso il blog.

Sono graditi riscontri anche da parte dei tanti che visitano a fondo questo portale e che ne utilizzano i materiali. Grazie :-)

U

na delle tante sfide dei nostri tempi: ottimizzare i vantaggi e minimizzare i rischi nell'uso di internet e dei nuovi media.

Approfondire la conoscenza dei media è il primo passo per aumentarne la padronanza e usarli con consapevolezza.

Guida per genitori per conoscere potenzialità e rischi dell'uso di internet.
Informazioni e consigli per l'uso della televisione da parte dei bambini.
Per conoscere le "nuove" forme di prevaricazione tramite i media elettronici.
Conoscere la pedofilia senza enfatizzare, per prevenire e sapersi difendere.
Consigli per una corretta educazione affettiva e sessuale.
La sessualità nelle varie fasi evolutive e gli indicatori di disagio.
OF0214b

Oliviero Facchinetti

Amministratore e Fondatore
psicologo psicoterapeuta
Trento +39 0461 924900
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Bulli! di O. Facchinetti

Una guida pratica per combattere le situazioni di bullismo. Frutto di una esperienza decennale di interventi con insegnanti, alunni, classi e genitori.

FacebookMySpaceTwitterLinkedinRSS Feed

logo110

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.bullismo.it