S iamo agli sgoccioli!   Per gli alunni delle classi terze di scuola secondaria di primo grado si sta avvicinando la scadenza della preiscrizione ... è giunto il momento scegliere e decidere in quale tipo di scuola proseguire la propria formazione.

Insieme alle indicazioni per i genitori mi fa piacere segnalare l'open day dell'Istituto Ivo de Carneri di Civezzano (Trento).

openday

E' arrivato l'autunno!    Per gli alunni delle classi terze di scuola secondaria di primo grado è giunto il momento di orientarsi ... di scegliere e decidere in quale tipo di scuola proseguire la propria formazione.

Insieme alle indicazioni per i genitorimi fa piacere segnalare l'open day dell'Istituto Ivo de Carneri di Civezzano (Trento).

idc1

Master di I livello sull'Autismo
 
 
Metodologie di intervento educativo in contesti specifici e territoriali: “Bisogni educativi speciali per i soggetti con Disturbi Pervasivi dello Sviluppo”
 
 
Direttore - Paola Venuti, Professore di Psicopatologia Clinica all’Università degli Studi di Trento

Il Master ha l’obiettivo di preparare professionisti (educatori professionali, psicologi, insegnanti, operatori) in grado di attuare interventi educativi specializzati per lavorare con soggetti con Disturbi Pervasivi dello Sviluppo nei diversi contesti sociali (famiglia, scuola e centri educativi).

master_p1
Per informazioni consultare il bando pubblicato sul sito http://www.odflab.unitn.it/index.html

Corso di formazione "Baby-sitter per bambini con disturbo dello spettro autistico".
Il corso si propone di fornire ad ogni partecipante le conoscenze teoriche e pratiche in tema di “Disturbo dello Spettro Autistico” al fine di poter gestire con maggior consapevolezza e sicurezza i comportamenti di questi bambini.

E' rivolto a

Nemico di classeLo spettacolo illustra con estrema chiarezza come, dietro ai comportamenti ripetitivi ed agli schemi di relazione quasi stereotipati nella loro apparente semplicità, vi sia una complessità di esperienze, di storie personali e famigliari, di conflitti interiori e relazionali.

Ritengo sia un'ottima rappresentazione del groviglio di affetti ed emozioni che nella vita reale è fonte di tanti comportamenti violenti e in una certa misura autolesionistici di alcuni adolescenti … e non solo ...

Alla chiusura del sipario si viene pervasi da un sentimento di impasse, una sottile sensazione di impotenza, che gradatamente si dissolve lasciando crescere un profondo desiderio di intervenire, di fare qualcosa di utile, di spezzare quell'iperattività infruttuosa che, paradossalmente, rasenta l'immobilità.

Nel suo essere genuina esemplificazione della realtà, lo spettacolo non suggerisce cosa fare, non propone facili ricette propagandistiche, semplicemente ti lascia con quel senso di frustrazione che fa scattare la voglia di reagire, nella certezza che qualcosa si può e si deve fare. Pur sapendo che non sarà cosa facile, che sarà una lunga battaglia sostenuta da pregiudizi reciproci, in cui pare essersi persa la capacità di chiedere e di dare aiuto, necessaria per risolvere positivamente i conflitti di crescita.

Scheda spettacolo
Tournée

Chi vuole discutere del libro "Bulli!" può farlo visitando il mio nuovo BLOG all'indirizzo olivierofacchinetti.com

 

Nel blog è possibile anche commentare le mie conferenze (vedi calendario appuntamenti).

Per i ragazzi delle scuole in cui tengo lezioni e percorsi sul bullismo: possiamo proseguire il dialogo anche attraverso il blog.

Sono graditi riscontri anche da parte dei tanti che visitano a fondo questo portale e che ne utilizzano i materiali. Grazie :-)

Altri articoli...

OF0214b

Oliviero Facchinetti

Amministratore e Fondatore
psicologo psicoterapeuta
Trento +39 0461 924900
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Bulli! di O. Facchinetti

Una guida pratica per combattere le situazioni di bullismo. Frutto di una esperienza decennale di interventi con insegnanti, alunni, classi e genitori.

FacebookMySpaceTwitterLinkedinRSS Feed

logo110

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.bullismo.it